Chi siamo

Categoria: Uncategorised Scritto da Super User / November 17, 2017

Cardiopoetica è la storia di come tre vicini di casa, uno di fronte all’altro, abbiano dovuto pagare la multa per aver sbagliato corsia preferenziale a Roma e, per farlo, abbiano invece imboccato la via della poesia. Cardiopoetica è un progetto ideato da Mariano Macale, Fabio Appetito, Marco De Cave, che cercano dal 2010 di non lasciare quella carreggiata. Terreno naturale di promozione sono le province di Roma e Latina, ma ormai si muove in tutte le parti d'Italia. Struttura immediatamente una propria concezione poetica, fatta di rilettura in chiave contemporanea dei testi della tradizione montaliana, nerudiana e della Beat Generation americana - questi sono solo alcuni tratti salienti - per il resto è via via più chiara e netta la definizione di uno stile unico, sviluppato sia a livello di pubblicazioni, di spettacoli che di comunicazione online. Si avvale della musica del maestro Alessandro Cardilli fino al 2014, instaurando poi nuove collaborazioni con Andrea Piccoli, Simone Sabatino, Domenico De Dominicis e Fabio Perciballi, nonché Massimo Giuntini (ex Modena City Ramblers).

Dal 2010, sviluppa insieme ad un gruppo di lavoro allargato la rivista culturale Crash, gestendo parte delle attività culturali dell’Officina delle Arti di Cori, sviluppando attività soprattutto sulla sensibilizzazione poetica. Tra 2010 e 2011 organizza un tour locale di reading nella provincia di Latina, vincendo vari premi locali.

All’inizio del 2012 pubblica il primo libro, espressione della propria poesia, con Edizioni Ensemble dal titolo “State Scherzando, Vero?”. Il gruppo costituisce varie collaborazioni a livello locale, da Cori a Roma. A metà del 2012, si avvicina al panorama beat poetico romano e fonda con poeti romani il movimento della “Revolutionary Poets Brigade”, che darà titolo al libro, con prefazione del ‘Poeta Rosso’ di San Francisco, Jack Hischman. Da questa esperienza nasceranno vari reading tra cui quello tenutosi presso il “Circolo degli artisti” di Roma insieme al poeta statunitense e l’accompagnamento musicale di Omar Pedrini. Partecipa inoltre in collaborazione con la Revolutionary Poets Brigade a numerosi reading a Roma e al Martinbook Festival, festival di poesia tenutosi a Martinsicuro (provincia di Teramo), coinvolgendo attivamente persone del posto nella lettura di poesie e documentando l’accaduto.

Iniziano diverse collaborazioni con varie riviste on line quali Flanerì, o il Muro Mag, in cui il gruppo si distungue soprattutto per i racconti di narrazione e la critica letteraria. Nel frattempo si avvicina allo studio di Pasolini nella propria poesia.

Per due anni consecutivi,2012 e 2013, vince il primo premio di poesia “Latina in Versi” (secondoe primo posto rispettivamente). Nel mese di novembre 2013 è parte attiva nel seminario-studio nazionale su Pasolini tenutosi con il patrocinio della provincia e del comune di Roma. Nell’occasione riceve il XIII premio MondoLibro, riconoscimento internazionale di letteratura per l’impegno civile nella poesia.

Attivo su numerosi fronti, instaura collaborazioni artistiche nello stesso anno con Alessio Pistilli, Simone Sabatino ed Alessandro Cardilli, senza menzionsare poi tanti altri gruppi musicali fioriti nella provincia di Latina. Insieme ad artisti locali del mondo della fotografia (come Sofia Bucci) e della pittura (Edoardo Bernardi) cura la parte letteraria delle presentazioni ed è parte attiva nelle installazioni artistiche. Nel frattempo, pubblica diversi racconti in varie antologie curate da Edizioni Ensemble come “Racconti d’estate” e “Viaggi in versi”.

Nell’estate 2013 promuove il progetto “Atti poetici in luogo pubblico”, mediante l’attacchinaggio, quasi avanguardistico, di veri e propri manifesti poetico-artistici in diversi centri della provincia di Latina, riportando la poesia al centro dell’attenzione delle comunità locali. Nell’ottobre 2013 esce il secondo libro Resushitati con casa editrice Il Foglio Letterario, con sede a Piombino.

Sempre tra 2013 e 2014, seguono varie interviste su Radio3, Radio Luiss, Radio Sapienza, Radio Antenne Erreci e Radio Libera Tutti per la promozione dell’ultimo lavoro. Inoltre, inizia un tour che andrà a toccare varie manifestazioni regionali e diverse notti dei musei organizzate nei comuni del basso Lazio. Ha tenuto a dicembre 2014 un reading a Teramo, ospite dell’associazione “Detto tra noi”.

A partire dall’estate 2014,  Cardiopoetica è entrata a far parte di una rassegna di artisti itineranti dal nome InKiostro, che ha come obiettivo promuovere diverse forme di arte (dal cantato allo scritto, al pittorico etc) nei chiostri delle città o in cornici di spessore storico-artistico tra la provincia di Roma e Latina.

L’attenzione verso i luoghi occupati e/o poco valorizzati produce una importante riflessione sul mondo del lavoro. Infatti, nel 2014 produce un lavoro di teatro-canzone dal nome Fine Turno Italia, avente come sfondo l’interesse sociale e umano riguardante la resistenza degli operai di fronte alla chiusura delle fabbriche e la perdita della dignità nel lavoro. Al centro della riflessione emergono l’occupazione della Tacconi Sud di Latina e della petroliera Marettimo a largo della Sicilia. In questo senso, sviluppa il format Articolo Uno, invitando giornalisti, operai, giornalisti (alcuni del Messaggero), in una settimana di incontri e dibattiti serali nello sfondo unico del Chiostro di Sant’Oliva a Cori.

Continuando la riflessione sociale, nel novembre del 2014, ha scritto, diretto ed interpretato lo spettacolo teatrale Niente è vero re, portato in scena presso il teatro Spazio47 di Aprilia. Lo spettacolo tratta la tematica della corruzione politica ed umana, dello scarico dei rifiuti tossici e in particolar modo della solitudine al potere.

Nel marzo del 2015, in partnership con l’Associazione Barravento, ha curato le due giornate legate alla manifestazione “Libri come”, tenutasi presso l’Auditorium Parco della Musica a Roma, leggendo-recitando brani come “Magie di Lavinia & co.” di Pitzorno, “La fabbrica di cioccolato” di Dahl, “Le fiabe di Beda il bardo” di Rowling, “L’occhio del lupo” di Pennac ad un pubblico di bambini (0-9 anni) e ragazzi (10-14 anni). Durante il 2015, il gruppo sviluppa una strategia social in modo da aumentare la visibilità della poesia e della propria opera.

Da settembre 2015 Cardiopoetica collabora con la web radio “Radio Bullets, diretta dalle giornaliste Barbara Schiavulli ed Alessia Cerantola, sviluppando la rubrica “Sguardi InVersi”. Cardiopoetica tratta la tematica del conflitto (guerre attuali e passate) attraverso occhi, parole e sguardi dei poeti, dei grandi uomini e pensatori di ogni epoca. Inoltre, parallelamente alla discussione dei conflitti sulla rubrica Sguardi InVersi, sviluppa attualmente un progetto di concerto e libro con Marcello De Dominicis (consulente musicale per Gangs of New York ed esperto di musica celtica/irlandese) e Simone Sabbatino (esperto di folk americano).

Il 23 gennaio 2016 Mariano Macale, con il testo Lucido Intervallo Furioso, vince il Premio Fabrizio De Andrè, sezione poesia, XIV edizione, alla presenza della giuria presieduta da Dori Ghezzi.

 Il 12 settembre 2016 Fabio Appetito riceve, per il proprio lavoro di tesi, il prestigioso premio Alda Merini, per le proprie ricerche che hanno scoperto nuovi tratti della famosa scrittrice. Con un ulteriore lavoro scientifico su Alda Merini, viene pubblicato nel giugno 2017 sulla Rivista di Studi Italiani, tra le più importanti riviste letterarie italiane.

 

 

Download Attachments:

Thank for sharing!

About The Author


Close

Related Articles