Article

Piccole Elegie Notturne

Categoria: News Scritto da Marco / May 23, 2018

La prima edizione di PEN, ovvero “Piccole elegie notturne” è un festival di esigenze. Con il termine esigenza vogliamo racchiudere tutto quel sentire che nasce da ogni forma artistica e a quest’ultima ci riporta. L’idea, nata dal collettivo Cardiopoetica

in collaborazione con Eleonora Morza (imprenditrice culturale) e Martino Antocchi (artista e scultore), vuole rimettere al centro del la parola. Parola come musica, come poesia, recitazione, scultura. Parola come bisogno di raccoglimento e di momenti che uniscono, tengono insieme, che lasciano spazio alla luce tra le ferite di tutti i giorni e farlo attraverso le elegie, semplici canti vòlti a descrivere la meraviglia e la tragedia dell’essere al mondo.

PEN è il più piccolo festival esistente che canta tutto questo e che si svolgerà all’interno di un atelier, quello di Martino Antocchi, uno spazio medievale che è, ad oggi, un laboratorio di espressione e di incontro tra conoscenti e turisti.

L’acronimo PEN, in inglese penna, ha dunque la pretesa di mettere in dialogo le diverse arti per far tornare a parlare di bellezza, esattamente come avveniva negli studi d’artista agli inizi del Novecento. Tutto avrà il sapore dei piccoli riti di scambio, davanti ad un pubblico ristretto affinché si possa creare un senso pieno d’intimità.

L’edizione di quest’anno si svolgerà dal 16 al 22 dicembre e vedrà la partecipazione di artisti di rilevanza nazionale. Aprirà il 16 dicembre il poeta e scrittore Vincenzo Costantino “Cinaski”, personalità che ha collaborato con artisti come Vinicio Capossela e sarà accompagnato musicalmente da Luca Viani. Il 17 dicembre sarà una serata all’insegna della musica, con i cantautori Roberto Scippa ed Emanuele Galoni. Il 18 e 19 dicembre l’atelier prenderà le vesti del teatro con lo spettacolo “Ci chiamarono tutti Alda”, monologo su Alda Merini scritto da Fabio Appetito, interpretato da Giulia Santilli e con la regia di Marco Guadagno. Il 20 dicembre avremo l’onore di ospitare Guido Maria Grillo, uno dei cantautori più raffinati del panorama italiano che lo ha visto collaborare con Levante, aprire i concerti dei Marlene Kuntz, Niccolò Fabi e vincere il premio Bruno Lauzi 2017. Il 21 dicembre andrà in scena lo spettacolo teatrale “Non sono stata finita” di e con Clara Galante, uno spettacolo dalle tematiche forti e attuali come la violenza sulle donne. Il 22 dicembre, in coincidenza con la fine del loro tour nazionale, chiuderà il festival il collettivo Cardiopoetica, con uno spettacolo che assomiglierà a una grande festa poiché vedrà la partecipazione di tutti i musicisti con i quali il collettivo ha collaborato fino ad oggi.

Informazioni tecniche:

Il PEN si svolge dal 16 al 22 dicembre 2017, presso il laboratorio d’arte e artigianato di Martino Antocchi in via della Giudaica, a Cori (LT).

L’orario d’inizio di ogni spettacolo è fissato per le 21.

Essendo i posti limitati a un massimo di 30 persone, la prenotazione è obbligatoria.

L’ingresso per una serata è di 10 euro. 16 euro per due serate e 21 euro per tre serate.

L’ingresso è comprensivo di vino e un piccolo buffet.

Per info e prenotazione:

3385482620 -                  

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Thank for sharing!

About The Author